PREMIO NAZIONALE AVEDISCO 6 LUGLIO 2013

Imprenditori Amway: Maria Romagnoli e Mauro Iacoangeli

07/06/2013 – 

Lo scorso 31 maggio, a Firenze, ha avuto luogo il Premio Nazionale Avedisco. Durante l’evento sono stati premiati i migliori Incaricati alle Vendite del 2012, che si sono distinti per risultati ottenuti, per capacità relazionali e per l’impegno nel raggiungere gli obiettivi preposti. Per questa edizione, che cade nell’anno del decimo anniversario della campagna One by One, Amway Italia ha scelto di premiare gli Imprenditori che, nel corso del 2012, si sono maggiormente distinti per le proprie iniziative di responsabilità sociale in favore dell’infanzia.

Maria Romagnoli e Mauro Iacoangeli hanno ricevuto il riconoscimento Avedisco di quest’anno per avere promosso con grande passione, dedizione e coinvolgimento, insieme agli Incaricati del loro gruppo e in collaborazione con altri Leader di zona, numerose campagne di raccolta fondi in favore di unicef, da novembre 2011 ad oggi. Durante i festeggiamenti del PNA 2012 abbiamo colto l’occasione per intervistarli.

Maria Romagnoli e Mauro Iacoangeli, per voi la prima esperienza al Premio Nazionale Avedisco. Quali sono le vostre impressioni?

Sicuramente molto interessante, un’occasione di confronto con le altre aziende che abbiamo trovato di grande utilità. Inoltre, personalmente, è stato davvero molto emozionante. Questo riconoscimento è arrivato come una vera sorpresa ed è forse il più importante che abbiamo ottenuto in tanti anni di attività, perché è il più significativo e sentito anche dal punto di vista emotivo.

Quest’anno infatti il Premio Nazionale ha avuto un focus particolare sulle attività di responsabilità sociale. Che peso hanno questo tipo di iniziative nella vostra attività di Incaricati Amway?

Nel lavoro quotidiano in qualità di Incaricati ciò avviene praticamente tutti i giorni. Per noi promuovere la raccolta fondi One by One e sensibilizzare i nostri clienti nei confronti di queste tematiche è qualcosa di molto importante. Non passa giorno che non ricordiamo ai nostri clienti che, fra un integratore NUTRILITE e una crema Artisty, anche una piccola donazione può fare la differenza.

Quali sono i principali progetti che avete seguito in questi ultimi tempi?

Nel corso degli anni abbiamo fatto tantissime cose, dai normali banchetti di raccolta fondi durante i nostri meeting sino alle più recenti partite di calcio di beneficenza in favore di unicef e che sono state un grande successo. Ma abbiamo anche in mente tante nuove idee. Per esempio a luglio, in occasione di un grande evento sportivo Team NUTRILITE, una tre giorni di pallacanestro che si terrà a Senigallia nelle Marche, stiamo organizzando qualcosa di importante e ci siamo posti obiettivi di responsabilità sociale molto ambiziosi.

In pratica ogni volta che organizzate un evento provate a inserire una parte dedicata a One by One…

Sì, sempre. Ogni volta che organizziamo un meeting, un evento o anche solo nel contatto quotidiano con i nostri clienti. Ormai One by One è parte integrante nel nostro modo di lavorare. Sappiamo che sono tanti gli Incaricati Amway che, come noi, hanno a cuore questi temi, ma c’è sempre spazio per fare di più. Perché ogni piccolo gesto è importante. E perché tutti insieme possiamo fare tanto, per molti.

– See more at: http://news.amway.it/intervista-a-maria-romagnoli-e-mauro-iacoangeli-imprenditori-amway/?srch#sthash.4UjHGJtG.dpuf